image image image
Rivista L’Italia nel labirinto della politica. Italianieuropei 3/2018 In questo numero abbiamo analizzato in profondità il risultato del recente voto...
ie Online Second World Congress on Marxism. Keynote speech Intervento di Massimo D’Alema al “Second World Congress on Marxism”, 5-6 m...
Convegni Medio Oriente. Equilibri e forze in campo Venerdì 11 maggio, ore 14.30, a Roma, presso la Sala da Feltre, la Fondazi...
image
L’Italia nel labirinto della politica. Ital...
image
Second World Congress on Marxism. Keynote spe...
image
Medio Oriente. Equilibri e forze in campo
Rivista Articoli del numero 3/2018

Del numero 3/2018 di Italianieuropei sono disponibili integralmente gli articoli di Roberto SperanzaAlfredo D’Attorre, Daniele Marantelli, Aldo Giannuli, Fausto Durante, Ida Dominijanni.


Convegni Stato sociale e nuove povertà nell’Italia del 2018

Giovedì 10 Maggio, ore 17.30, a Roma, presso la Sala Assunta, si terrà l'iniziativa "Stato sociale e nuove povertà nell’Italia del 2018" promossa dalla Fondazione Italianieuropei, l'Associazione Romana di Studi e Solidarietà e l'Associazione Elpis. 


Rivista La valanga del 4 marzo. Italianieuropei 2/2018

Il nuovo numero di Italianieuropei ha al centro due temi cruciali: il dopo voto, con il terremoto che ha provocato, e il ricordo del 25 aprile. Non a caso in copertina c’è una ragazza che sta ruotando su una giostra sia per indicare la felicità della Liberazione sia per indicare come la giostra possa essere oggi l’immagine dell’Italia politica.


Rivista Per un programma di sinistra. Italianieuropei 1/2018

Tra pochi giorni si voterà e noi non azzardiamo previsioni. Quel che è certo è che inizierà una nuova lunga fase complicata della vita pubblica italiana con la sinistra che cerca di trovare il proprio posto al centro di un progetto di rinnovamento.


banner_ipad2

Acquista la rivistabanner_5permille2

Il meglio di ie

di Fortunato Musella Il vento radical-populista che scuote le democrazie

I partiti dell’estrema destra per la prima volta conquistano larghe fette dell’elettorato, candidandosi per la guida di alcuni dei più importanti paesi occidentali. Riallacciandosi allo spirito populista del tempo, fanno leva sulla crisi della rappresentanza e su importanti cambiamenti strutturali della società. Una sintonia che tuttavia non assicura la legittimità di forze che fanno traballare, dall’interno, le democrazie europee.

di Marco Tarchi Le ragioni del successo populista: ipotesi a confronto

La capacità delle forze populiste di sfruttare dal punto di vista elettorale le esplosioni di emotività collettiva suscitate dall’opposizione all’immigrazione e dalla protesta antipolitica non basta a spiegarne pienamente il successo. Diverse sono le ipotesi interpretative a riguardo, che da una parte sottolineano la capacità di questi partiti di combinare il radicalismo verbale e la politica simbolica con gli strumenti del marketing politico, dall’altra tendono a spiegarne il ruolo crescente inserendoli all’interno dello scenario più generale di trasformazione della politica nelle società postindustriali, da un’altra ancora ne evidenziano la capacità di risposta all’inquietudine di molti cittadini europei di fronte a fenomeni ai quali non erano preparati, in primo luogo la trasformazione delle società in senso multietnico e multiculturale.

ie Social

Feed RSSIscriviti alla newsletterTumblrLe foto su FlickrI video su YoutubeFacebook

le Pubblicazioni


copertina_3_2018Del numero 3/2018 sono
disponibili integralmente:

Roberto Speranza
Alfredo D’Attorre
Daniele Marantelli
Aldo Giannuli
Fausto Durante
Ida Dominijanni.

ie_ipad_kindle2
ipad2_grande_sito
Leggi Italianieuropei anche sul tuo tablet. Scarica dall’Apple Store l’app per iPad o acquista su Amazon un numero in formato ebook per Kindle, pc e altri tablet. | Leggi tutto