Un fisco equo e neutrale

Di Massimo D’Antoni Lunedì 16 Gennaio 2012 12:59 Stampa

Il sistema fiscale italiano è il risultato di interventi spesso estemporanei e incoerenti; per questo, pur non essendo il principale ostacolo alla crescita, un suo riordino è fondamentale per far ripartire il paese, in un’ottica progressista e riformista. Un fisco neutrale ed equo può favorire le imprese, eliminare il vantaggio contributivo del lavoro temporaneo e ridurre l’evasione fiscale, senza abbattere i consumi.

La rivista è disponibile nelle edicole e nelle librerie delle principali città, oppure è possibile sottoscrivere un abbonamento, qui tutte le informazioni.

Acquista la rivista

Abbonati alla rivista

Su iPad e Kindle